DAMIANO – Fra le luci spente

Fra luci spente” e “Numero sconosciuto” sono i primi due singoli di Damiano Di Mauro, in arte Damiano, giovane artista di 17 anni, nato a Ragusa, grande amante della musica e determinato a raggiungere un obiettivo molto ambito: quello di divulgare la sua musica a tutti. “Fra luci spente” ha già ottenuto un ottimo riscontro di pubblico ed ora tocca a “Numero sconosciuto” che verrà pubblicato il prossimo 4 febbraio.

Oggi il mercato musicale è in continua competizione per gli artisti emergenti e occorre sempre essere al passo con i tempi. Sin da piccolo Damiano mostra un forte interesse per il canto, infatti all’età di 6 anni, i genitori lo portano presso il Coro di Mariele Ventre di Ragusa, ma dopo pochissimi mesi dice: “Io voglio cantare tutta la canzone e non un solo pezzetto”. Da quel momento inizia a frequentare la prima scuola di canto.

Il suo percorso è simile a tanti ragazzi, prima con alcuni insegnanti, fino ad arrivare al suo attuale vocal coach: Peppe Arezzo, artista, musicista e maestro d’orchestra per i concerti di Ami Stewart,  mentre con Adriano Scappini ha imparato a cantare. Infine, consapevole del fatto che suonare almeno uno strumento sarebbe stato fondamentale per il suo percorso, Damiano ha imparato a suonare chitarra e pianoforte.

A 12 anni, con l’aiuto del papà, decide di creare una band, con il nome di Blackout: da subito Damiano riesce a distinguersi come frontman del gruppo, insieme al quale ha fatto tanta esperienza di palco, di contest nazionali e di passaggi televisivi, partecipando come ospiti in programmi molto seguiti come “Italia Si” di Marco Liorni su Rai 1 e ancora diverse puntate per Rai Gulp, interviste radiofoniche e tanto altro.

Poi i ragazzi della band crescono, le idee cambiano, ma Damiano continua a seguire il suo sogno  e decide di intraprende un percorso da solista. Tutti gli anni di studio dedicati alla musica  e le esperienze realizzate permettono a Damiano di incontrare esperti del settore, tanto da scegliere un gruppo di lavoro con cui oggi ha iniziato un percorso come cantautore, presso Atom Studio di Palermo, con l’aiuto di Manfredi Simonetti. Il suo lavoro è solo all’inizio ma già ha stabilito una sua identità.

Antonio Bacciocchi

Antonio Bacciocchi

Scrittore, musicista, blogger. Ha militato come batterista in una ventina di gruppi (tra cui Not Moving, Link Quartet, Lilith), incidendo una cinquantina di dischi e suonando in tutta Italia, Europa e USA e aprendo per Clash, Iggy and the Stooges, Johnny Thunders, Manu Chao etc. Ha scritto una decina di libri tra cui "Uscito vivo dagli anni 80", "Mod Generations", "Paul Weller, L’uomo cangiante", "Rock n Goal", "Rock n Spor"t, Gil Scott-Heron Il Bob Dylan Nero" e "Ray Charles- Il genio senza tempo". Collabora con i mensili “Classic Rock”, "Vinile" e i quotidiani “Il Manifesto” e “Libertà”. E' tra i giurati del Premio Tenco e del Rockol Awards. Da sedici anni aggiorna quotidianamente il suo blog www.tonyface.blogspot.it dove parla di musica, cinema, culture varie, sport e con cui ha vinto il Premio Mei Musicletter del 2016 come miglior blog italiano. Collabora con Radiocoop dal 2003.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *