DRAMALOVE – Dammi un segno

Dramalove – i gemelli Diego e Riccardo Soncin, e Luca Menegon – presentano oggi il video del nuovo singolo Dammi Un Segno, pubblicato il 25 febbraio. Il video vede la band suonare a tutto volume la canzone all’interno di un appartamento  (la casa del batterista Luca a Londra), rappresentando a pieno la condizione in cui tutti  noi ci siamo ritrovati a vivere gli ultimi due anni, costretti tra le mura casalinghe.

 

Dammi Un Segno è un brano dalle forti sonorità rock che segna il ritorno della band torinese sulla scena discografica italiana dopo essersi trasferiti a Londra e aver pubblicato in lingua inglese per gli  ultimi 5 anni.  Il brano è il primo di una serie di singoli che la band pubblicherà durante l’anno, per arrivare al nuovo album entro la fine del 2022.

 

Diego Soncin, uno dei due gemelli fondatori del trio, ha scritto il brano dedicandolo a suo  padre, che è venuto a mancare quando i due fratelli erano molto giovani. Nelle sue parole: «Credo che chiunque abbia perso una persona amata possa rivedersi nel testo, che a  oggi credo sia la canzone più personale che io abbia mai scritto. A volte la coscienza ha bisogno di tempo per metabolizzare eventi traumatici: avevo questa melodia in mente  e così ho pensato che fosse giusto dedicarla al mio papà, per sentirlo vicino a me ogni  volta che la canto».

Il brano è stato registrato e prodotto dai Dramalove nei loro home studios a Londra.

 

Con influenze che ricordano Muse, Placebo, Negramaro, Verdena e HIM, i Dramalove hanno un’esperienza live e di studio di oltre dieci anni. Hanno alle spalle una lunga gavetta nei principali locali d’Italia e d’Inghilterra e hanno in programma la pubblicazione di un nuovo album entro la fine dell’anno.

 

DRAMALOVE – note biografiche

Dramalove sono una rock band fondata a Torino nel 2007 dai fratelli gemelli Diego e Riccardo Soncin, rispettivamente chitarra/voce e basso, e da Luca Menegon alla batteria. La band vive attualmente a Londra. Durante la lunga gavetta hanno raggiunto le classifiche di MTV e iTunes con singoli come Stelle e si sono  aggiudicati le semifinali del noto programma televisivo X-Factor nel 2015, supportati da  Skin degli Skunk Anansie e da Mika.

I Dramalove producono un suono ricco di svariate sfumature, eterogeneo nel suo essere  sempre differente, con la voce di Diego e i ritornelli melanconici come filo conduttore di  un suono fondato su chitarre accattivanti e sintetizzatori misti a poesia per trasportare il  pensiero altrove. Tra le maggiori ispirazioni si notano i Muse, i Placebo, gli HIM e i Joy  Division. Nel 2017 si trasferiscono in Inghilterra dove ricevono passaggi radio nazionali su BBC  Radio 6 Music e suonano ad alcuni festival di rilevanza quali il Great Escape Festival,  Tramlines, Off The Record e NME Presents. Di recente Classic Rock Magazine li ha inseriti  nella compilation “Best New Bands” con il loro brano Busy Saving The World. Al  momento sono impegnati nella registrazione di nuovo materiale in italiano, anticipato dal singolo Dammi Un Segno in uscita venerdì 25 Febbraio e pubblicato con  il supporto del team KNTNR di Milano.

Antonio Bacciocchi

Antonio Bacciocchi

Scrittore, musicista, blogger. Ha militato come batterista in una ventina di gruppi (tra cui Not Moving, Link Quartet, Lilith), incidendo una cinquantina di dischi e suonando in tutta Italia, Europa e USA e aprendo per Clash, Iggy and the Stooges, Johnny Thunders, Manu Chao etc. Ha scritto una decina di libri tra cui "Uscito vivo dagli anni 80", "Mod Generations", "Paul Weller, L’uomo cangiante", "Rock n Goal", "Rock n Spor"t, Gil Scott-Heron Il Bob Dylan Nero" e "Ray Charles- Il genio senza tempo". Collabora con i mensili “Classic Rock”, "Vinile" e i quotidiani “Il Manifesto” e “Libertà”. E' tra i giurati del Premio Tenco e del Rockol Awards. Da sedici anni aggiorna quotidianamente il suo blog www.tonyface.blogspot.it dove parla di musica, cinema, culture varie, sport e con cui ha vinto il Premio Mei Musicletter del 2016 come miglior blog italiano. Collabora con Radiocoop dal 2003.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *