MARIA MAZZOTTA – Vorrai volare

«Amoreamaro», il nuovo album di Maria Mazzotta, si conferma uno dei migliori dischi di world music dell’anno. A confermarlo la presenza, per il quarto mese consecutivo, nelle classifiche internazionali di genere: attualmente il lavoro è al nono posto nella World Music Charts Europe (www.wmce.de/index.html) e al diciannovesimo nella Transglobal World Music Chart (www.transglobalwmc.com/charts/june-2020-chart/). Un successo raro per un album italiano.
Il disco, venerdì 12 giugno, esce anche nella versione in vinile. Ad accompagnare la pubblicazione un nuovo video live: quello di “Vorrei volare/Ballata della presa di coscienza”, brano d’apertura dell’album, registrato nel dicembre scorso durante il concerto della Mazzotta, con Bruno Galeone alla fisarmonica, ai Cantieri Teatrali Koreja di Lecce.

Maria Mazzotta ha dovuto interrompere il suo tour internazionale a causa dell’emergenza sanitaria legata al Covid-19, ma ora iniziano ad arrivare le prime nuove date. Il 7 luglio sarà a Napoli per il concerto di apertura della rassegna “7 gradi” nell’ambito del “Napoli Teatro Festival”. Il concerto sI terrà alle 19,30 nel Cortile delle Carrozze di Palazzo Reale.

Pubblicato da Agualoca Records, etichetta indipendente partenopea con lo sguardo rivolto verso latitudini distanti, “Amoreamaro” è un’intensa e appassionata riflessione, da un punto di vista femminile, sui vari volti dell’amore: da quello grande, disperato e tenerissimo a quello malato, possessivo e abusato. L’album è distribuito in Italia da Audioglobe, in UK da Proper Music, in Germania da Indigo e in Francia da Inouie.

“Vorrei volare/Ballata della presa di coscienza”. Si tratta di due stornelli, una forma musicale utilizzata tradizionalmente per comunicare qualcosa che solitamente in pubblico non si può comunicare, come una dichiarazione d’amore o, al contrario, delle offese. “Vorrei volare” è uno stornello d’amore tradizionale, tra i più conosciuti in Salento. La “Ballata della presa di coscienza” invece è firmato da Rina Durante, giornalista e scrittrice salentina, considerata una delle maggiori intellettuali che si sono interessate alla cultura pugliese nel Novecento. Negli anni 70 descriveva, tra le altre cose, la condizione sociale della donna in Salento.

Le riprese del videoclip sono state effettuate da Giuseppe Pezzulla, il montaggio da Federico Durante.

CREDITS
MARIA MAZZOTTA: «Vorrei volare / Ballata della presa di coscienza»
(Trad. / R.Durante, D.Durante)
Agualoca Records ℗ 2020 Audioimage
Maria Mazzotta: voice
Bruno Galeone: accordion
Live at Cantieri Teatrali Koreja in Lecce (December, 12th 2019)
Video shoots by Giuseppe Pezzulla. Video editing by Federico Durante.

Antonio Bacciocchi

Antonio Bacciocchi

Scrittore, musicista, blogger. Ha militato come batterista in una ventina di gruppi (tra cui Not Moving, Link Quartet, Lilith), incidendo una cinquantina di dischi e suonando in tutta Italia, Europa e USA e aprendo per Clash, Iggy and the Stooges, Johnny Thunders, Manu Chao etc. Ha scritto una decina di libri tra cui "Uscito vivo dagli anni 80", "Mod Generations", "Paul Weller, L’uomo cangiante", "Rock n Goal", "Rock n Spor"t, Gil Scott-Heron Il Bob Dylan Nero" e "Ray Charles- Il genio senza tempo". Collabora con i mensili “Classic Rock”, "Vinile" e i quotidiani “Il Manifesto” e “Libertà”. E' tra i giurati del Premio Tenco e del Rockol Awards. Da sedici anni aggiorna quotidianamente il suo blog www.tonyface.blogspot.it dove parla di musica, cinema, culture varie, sport e con cui ha vinto il Premio Mei Musicletter del 2016 come miglior blog italiano. Collabora con Radiocoop dal 2003.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookies per permetterti una migliore navigazione. Navigandolo, dai il tuo consenso. Più informazioni | Ho capito.