MARMO – Fuso orario

“Fuso orario”, il nuovo singolo di Marmo, già sulle piattaforme digitali dal 4 giugno.

Marmo è un brano dal sound innovativo che fa riferimento ai suoni degli anni ’80 rivisitati in chiave moderna. Marmo racconta di un cambio generazionale che spesso è difficile da accettare anche se è evidente. Il rapper ironizza questo argomento definendolo “fuso orario” ovvero essere in ritardo anche se l’ora è esatta. Il brano è leggero con delle vibrazioni estive.
Spiega l’artista a proposito del suo nuovo inedito: «Ho scritto questo brano di getto in pochi minuti, senza studiarlo. Avevo questa strumentale nel mio computer da tempo ma non ci avevo mai dato la attenzione, una mattina mi sveglio metto play e il brano era tutto nella mia testa! Mi ha dato un’emozione strana, simile ai brani americani che ascoltavo da piccolo, Will Smith in Man In Black.. tutta roba superfiga! Erano le 11 di domenica mattina, mi ero appena svegliato e alle 12 avevo un appuntamento, ho iniziato proprio da lì “Sono sempre in ritardo baby col fuso orario” chiaramente ho paccato l’appuntamento. Parlo di un cambio generazionale, io faccio parte della Generazione Z e la vivo al 100%.. Ci sono pensieri e modi di fare della generazione prima della mia che spesso mi è difficile comprendere! Nel ritornello scrivo “Dai non guardarmi male se a cena dai tuoi vengo vestito Nike” soprattutto nei rapporti adolescenziali conoscere i genitori del proprio partner è un momento che crea una sensazione di ansia, è un momento che abbiamo passato quasi tutti, e si cerca in tutti i modi di fare bella figura, quindi perchè non posso presentarmi vestito urban come nel quotidiano? Cosa c’è di male? Siamo in una società in cui pensiamo conti molto di più il giudizio degli altri rispetto al nostro, invece non è vero!».

Il videoclip ufficiale del brano diretto da Manuel Galiotta x 96films ricrea una giornata in ritardo, inizia con il protagonista che svegliandosi in ritardo perde l’autobus che lo avrebbe portata dalla sua ragazza. Quindi decide di prendere la metro ma anche lì accade un imprevisto e si trova catapultato in una realtà parallela in cui parla con una ragazza seduta sul divano che lo ascolta senza alcun cenno. A fine video si scopre il volto della ragazza e la verità del ritardo.

Biografia

Marmo è un giovane rapper italiano originario del Sud Italia. Dopo aver pubblicato a soli 17 anni il suo primo album rap “Fuori Tasca”, decide di sperimentare nuove sonorità Latin-Rap. Riesce a creare progetti all’avanguardia e a portare innovazione nello scenario hip-hop/trap italiano, avendo riscontri positivi oltre che dal pubblico anche dagli addetti ai lavori. “Tranquillo Frate”, “Fiori Di Skunk”, “Boston George”, “Bimbi Per Sempre”, “Money”, “Bang Bang Bang”, “Luna Storta” consentono all’artista di farsi conoscere ad un pubblico sempre più ampio. Marmo è anche un autore per diversi artisti e major italiane. Nel 2020 co-fonda l’etichetta indipendente WOW Records, che produce giovani artisti del panorama urban italiano. L’ultimo singolo pubblicato è “Fed Up” vede la collaborazione di un giovane rapper americano, il singolo è stato premiato con un Billboard nella più famosa piazza del mondo, Times Square (USA).

Antonio Bacciocchi

Antonio Bacciocchi

Scrittore, musicista, blogger. Ha militato come batterista in una ventina di gruppi (tra cui Not Moving, Link Quartet, Lilith), incidendo una cinquantina di dischi e suonando in tutta Italia, Europa e USA e aprendo per Clash, Iggy and the Stooges, Johnny Thunders, Manu Chao etc. Ha scritto una decina di libri tra cui "Uscito vivo dagli anni 80", "Mod Generations", "Paul Weller, L’uomo cangiante", "Rock n Goal", "Rock n Spor"t, Gil Scott-Heron Il Bob Dylan Nero" e "Ray Charles- Il genio senza tempo". Collabora con i mensili “Classic Rock”, "Vinile" e i quotidiani “Il Manifesto” e “Libertà”. E' tra i giurati del Premio Tenco e del Rockol Awards. Da sedici anni aggiorna quotidianamente il suo blog www.tonyface.blogspot.it dove parla di musica, cinema, culture varie, sport e con cui ha vinto il Premio Mei Musicletter del 2016 come miglior blog italiano. Collabora con Radiocoop dal 2003.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookies per permetterti una migliore navigazione. Navigandolo, dai il tuo consenso. Più informazioni | Ho capito.