“Nascosti e liberi” de Lassociazione: le novità laPOP del 21 giugno

Esce oggi in radio e su tutte le piattaforme digitali “Nascosti e liberi”,  il nuovo singolo de Lassociazione estratto dall’album “Möi” (laPOP 2019).

Lassociazione band

“Nascosti e liberi”, uno dei cinque brani in italiano dei dieci che compongono l’album, è un brano folk rock con influenze country blues. L’attacco della batteria e la melodia del violino ci accompagnano in una dimensione altra, si potrebbe dire antica, mentre la voce di Marco Mattia Cilloni ci guida sulle vie dei lupi dell’appennino Tosco Emiliano tanto caro ai membri de Lassociazione.

Il testo di “Nascosti e liberi”, carico di nostalgia ed emotività, contrappone la modernità con la tradizione, la sterilità grigia della caotica dimensione cittadina con il verde e la calma di una natura rigogliosa.

Noi apparteniamo sia alla realtà della natura, alla quale siamo tradizionalmente vincolati, che va protetta e tutelata perché ci ricordi da dove veniamo e quindi chi siamo realmente, che a quella della città, grigia e artificiale. Ed è nella scelta dell’appartenenza ad una dimensione piuttosto che all’altra che definiamo la nostra identità.

“Se arrivi a scegliere come e dove vuoi vivere” affermano i ragazzi de Lassociazione “scacci la paura. La modernità si basa sui numeri, la vita in montagna ancora ti lega alle leggi della natura.” 

Il videoclip di “Nascosti e liberi”, diretto dal regista Luca Adami, riprende un live de Lassociazione in un teatro, dove le immagini della performance slittano da un membro all’altro della band per alternarsi con i meravigliosi paesaggi dell’appennino.

Potete guardare il videoclip di “Nascosti e liberi” sul canale YouTube di laPOP:

 

Lassociazione nasce dall’incontro tra Marco Mattia Cilloni, Giorgio Riccardo Galassi e Gigi Cocchi Cavalli. Formatosi nell’appennino Reggiano, fin dall’esordio il progetto si crea attorno  un folto pubblico che si rispecchia nelle storie cantate dal gruppo. Grazie all’attenzione dedicata alla “civiltà dell’appennino” e al lavoro di recupero dei dialetti del crinale (a questo proposito ricordiamo che nell’album “Möi” le canzoni in italiano si alternano a quelle in dialetto), il gruppo si guadagna il riconoscimento come rappresentate del patrimonio artistico-culturale locale, al conseguimento dell’Appennino Tosco-Emiliano nella rete MaB Unesco. Lassociazione rappresenta anche la regione Emilia Romagna in una performance all’Expo 2015.

I loro testi prediligono temi universali e senza tempo, come il bisogno della ricerca di un rapporto più rispettoso con la natura e i suoi elementi, esseri umani compresi. La musica è un incontro tra suoni acustici ed elettrici che si amalgamano in una simbiosi perfetta, dove ogni musicista porta la propria differente esperienza.

I membri de Lassociazione sono: Marco Mattia Cilloni a voce e chitarre; Giorgio Riccardo Galassi, voce narrante; Gigi Cocchi Cavalli a batteria e percussioni; Gianfranco Fornaciari alla tastiera; Erik Montanari alla chitarra Elettrica; Filippo Chieli, violino e viola; Nicolas de Francesco al basso elettrico e Massimo Guidetti a tromba e Flicorno.

Scopri l’album “Möi” de Lassociazione su Spotify:

 

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookies per permetterti una migliore navigazione. Navigandolo, dai il tuo consenso. Più informazioni | Ho capito.