Nuova Musica Italiana – 4 recensioni

NICONOTE – Alphabe Dream

Nicoletta Magalotti è una grande veterana della scena musicale degli anni 80 quando calcava le scene con lo splendido progetto dei Violet Eves.

Ha proseguito negli anni una carriera sottobosco , fatta di eccellenti scelte artistico musicali, tra sperimentazione e romantico liricismo.“Alphabe dream” raccoglie brani di diversa estrazione musicale che spaziano da riferimenti classici, all’elettronica sperimentale, dai Tuxedomoon a Tenco (omaggiato con la sola voce in una breve “Ti ricorderai”).

Un album complesso e difficile ma di incredibile fascino soprattutto grazie all’inconfondibile voce di Nicoletta.

 Cinedelic

 

BOBO RONDELLI e L’Orchestrino – A famous local singer

Già anima degli Ottavo Padiglione, il cantatutore livornese prosegue la sua bizzarra e personalissima strada arrivando al nono album.

Album pieno di swing, jazz, ritmi da marching band di New Orleans, blues, tradizione italiana (a partire da due omaggi riusciti a Celentano, “Un bimbo sul leone” e “24mila baci” fino alla splendida ballata blues “Bobagi’s blues”).

Un lavoro particolarmente originale e dai tratti ben riconoscibili.

 Ponderosa Music & Art

 

PORTO FLAMINGO – Lamoresiste

Da Prato il sestetto dei Portoflamingo tocca la soglia del quarto album in cui convergono rock tradizionale, alcune intrusioni elettroniche (“Devo sparire” che assimila la lezione di Daniele Silvestri e di Rino Gaetano) e un pervasivo sentore folk

 

LE TESTE – 2012

Tra ska (che rieccheggia spesso in tematiche, vedi “Calciopoli”, e approccio gli Statuto) e contagiosi ritmi swing (“Free drink”), citazioni ai Punkreas (“L’animale”) da Saronno una nuova band destinata a fare muovere parecchie piste da ballo. Il tiro è quello giusto, i ritornelli facilmente assimilabili, i ritmi spesso travolgenti, tanta ironia, buone capacità compositive ed esecutive.

Niente di nuovo o di sorprendente ma sicuramente divertente.

Antonio Bacciocchi

Antonio Bacciocchi

Scrittore, musicista, blogger. Ha militato come batterista in una ventina di gruppi (tra cui Not Moving, Link Quartet, Lilith), incidendo una cinquantina di dischi e suonando in tutta Italia, Europa e USA e aprendo per Clash, Iggy and the Stooges, Johnny Thunders, Manu Chao etc. Ha scritto una decina di libri tra cui "Uscito vivo dagli anni 80", "Mod Generations", "Paul Weller, L’uomo cangiante", "Rock n Goal", "Rock n Spor"t, Gil Scott-Heron Il Bob Dylan Nero" e "Ray Charles- Il genio senza tempo". Collabora con i mensili “Classic Rock”, "Vinile" e i quotidiani “Il Manifesto” e “Libertà”. E' tra i giurati del Premio Tenco e del Rockol Awards. Da sedici anni aggiorna quotidianamente il suo blog www.tonyface.blogspot.it dove parla di musica, cinema, culture varie, sport e con cui ha vinto il Premio Mei Musicletter del 2016 come miglior blog italiano. Collabora con Radiocoop dal 2003.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookies per permetterti una migliore navigazione. Navigandolo, dai il tuo consenso. Più informazioni | Ho capito.