Nuova Musica Italiana – 4 recensioni

DIAFRAMMA – Preso nel vortice

L’immarcescibile Fiumani aggiunge l’ennesimo capitolo alla corposa discografia dei Diaframma. Lontani gli anni new wave, siamo in ambito del rock d’autore, in questo caso più abbordabile rispetto alle ultime prove, tinteggiato di venature pop che ben si innestano su basi scarne ed essenziali. Ottimi come sempre i testi, disco ben  suonato, un po‘ di ospiti interessanti e alla fine, pur non essendo il miglior episodio della carriera, promosso a pieni voti.


JULES NOT JUDE – The miracle foundation

Attiva da un lustro la band bresciana, sopravvissuta a diversi cambi di formazione, arriva al secondo album a base di un variegato sound che attinge a piene mani da psichedelia 60’s e Beatles ma non disdegna XTC, Franz Ferdinand certo indie pop caro ai Grizzly Bear.Gli 8 brani non raggiungono la mezzora ma l’immediatezza e la freschezza dell’album.

Urtovox

 

CORDE OBLIQUE – Per le strade ripetute

E’ il quinto album per il gruppo campano alle prese con un neo folk dalle influenze mediterranee, dai toni melodici di stampo medievale (si avvertono a tratti assonanze con certi lavori di Angelo Branduardi), accenni prog e una palese impostazione classicheggiante.Un lavoro di notevole spessore, il tratto è severo e l’ascolto, talvolta difficile, richiede attenzione.

cordeoblique.com

 

YOKOANO – Ventre

Con quel nome, divertente e dissacrante, non passano di sicuro inosservati.Neanche la loro musica che spazia tra folate grunge, stacchi nu metal, crossover, momenti di pausa dal respiro quasi beatlesiano.Suonato e prodotto impeccabilmente, testi interessanti, 15 brani con il botto.

Antonio Bacciocchi

Antonio Bacciocchi

Scrittore, musicista, blogger. Ha militato come batterista in una ventina di gruppi (tra cui Not Moving, Link Quartet, Lilith), incidendo una cinquantina di dischi e suonando in tutta Italia, Europa e USA e aprendo per Clash, Iggy and the Stooges, Johnny Thunders, Manu Chao etc. Ha scritto una decina di libri tra cui "Uscito vivo dagli anni 80", "Mod Generations", "Paul Weller, L’uomo cangiante", "Rock n Goal", "Rock n Spor"t, Gil Scott-Heron Il Bob Dylan Nero" e "Ray Charles- Il genio senza tempo". Collabora con i mensili “Classic Rock”, "Vinile" e i quotidiani “Il Manifesto” e “Libertà”. E' tra i giurati del Premio Tenco e del Rockol Awards. Da sedici anni aggiorna quotidianamente il suo blog www.tonyface.blogspot.it dove parla di musica, cinema, culture varie, sport e con cui ha vinto il Premio Mei Musicletter del 2016 come miglior blog italiano. Collabora con Radiocoop dal 2003.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookies per permetterti una migliore navigazione. Navigandolo, dai il tuo consenso. Più informazioni | Ho capito.