Nuova Musica Italiana – 4 recensioni

DOME LA MUERTE AND THE DIGGERS – Supersadobabi

Dome La Muerte è tra le icone rock n roll italiane. Dopo gli 80’s spesi con i Not Moving (di cui riprende l’inedita “We’ll ride until the end”) e una lunga serie di esperienze successive torna con un nuovo album con i suoi Diggers sui consueti binari di classico rock n roll sporco e street, tra New York Dolls, Stooges (bella la cover di “Little doll”), Johnny Thunders, Fuzztones, Stones dei 70’s, Mc5, DMZ etc. Il tutto suonato con il giusto tiro e la necessaria convinzione.

LA PAROLA PERSA – Tutta la vita!

Attivi dal 2005 nella capitale rappresentano un perfetto “campionario delle borgate romane” attraverso un sound che mischia le più disparate influenze, dal rock contaminatissimo alla Primus, sprazzi jazz rock, occhiate a Capossela e Gogol Bordello, addirittura a Zappa, omaggi alla canzone popolare romana, da Gabriella Ferri a Nino Manfredi.

PAOLO BONFANTI e MARTINO COPPO – Friend of a friend

Due virtuosi di chitarra (Paolo Bonfanti) e mandolino (Martino Coppo) si trovano finalmente insieme per un album dal sapore antico tra bluegrass, country, blues, folk, spedite e divertenti ballate condite in dialetto genovese. Album godibilissimo, piacevole, di gran classe.

THE BURLESQUE – Cheap and kool

Da Portici un terzetto innamorato del brit pop più raffinato tra Housemartins, Smiths, primi Blur, Prefab Sprout e una corroborante iniezione di Franz Ferdinand. Il tono è sempre leggero, fresco e solare ma non per questo manca lo spessore compositivo a cui si accoppia un approccio istintivo che rende il lavoro godibile, fruibile e interessante.


Antonio Bacciocchi

Antonio Bacciocchi

Musicista (Chelsea Hotel, Not Moving, Lilith, Link Quartet, Lilith and the Sinnersaints, Tony Face Big Roll Band), produttore musicale (Statuto, Vallanzaska, Assist...) e scrittore (Uscito vivo dagli anni '80, Mod Generations, Le storie dal rock piacentino, The bluesologist, The original rude boy, Rock and goal, Paul Weller L'uomo cangiante). Collabora con Radiocoop dal 2003.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookies per permetterti una migliore navigazione. Navigandolo, dai il tuo consenso. Più informazioni | Ho capito.