Nuova Musica Italiana – 4 recensioni

WATANG! – Miss wrong

Sarebbe riduttivo definire i Watnag! una semplice surf band. Il surf c’è, tutto strumentale, come tradizione vuole, e in maniera evidente, ma nella band voluta da un ex Legendary Kid Combo e da una delle Cleopatras, regine del garage femminile italiano, troviamo an che molto altro, dalle sonorità Crampsiane dei primi album ai Gun Club, garage punk.Il tutto condito da un immaginario da antico oriente, tra film di serie Z a base di Kung Fu e titoli significativi come Sing Sing Singapore, Monte Baldo like Fujiyama, Return of the Dragon Lady.

TUNDRA – Coro

Dalla fucina che sprizza sempre metallo fuso della Go Down Records arriva l’album dei misteriosi Tundra a base di oscuro e infuocato stoner rock di stampo psichedelico, strumentale, minaccioso, rumoroso, distorto con echi di Kyuss, Monster Magnet, perfino Tool.

GRAMLINES – Coyote

Il quintetto patavino propone un EP di quattro brani (tutti oltre i cinque minuti di durata) in cui confluiscono sonorità care ai Queens of the Stone Age più “pop” e i Pearl Jam più aggressivi, oltre a rock blues e ventate hard prog.

GUNASH – Same old nightmare

Ottimo lavoro  targato Go Down Records da parte del terzetto dei Gunash (con la partecipazione straordinaria, è il caso di dirlo, di Rami Jaffee dei Wallflowers ma collaboratore anche di Foo Fighters e Pearl Jam tra gli altri, alle tastiere). Il sound pesca nell’ampia area che occupa il mondo dell’hard rock, dello psych prog e dello stoner più psichedelico, vagando con creatività, personalità e particolare estro (vedi certe influenze medio orientali di particolare interesse).

Antonio Bacciocchi

Antonio Bacciocchi

Scrittore, musicista, blogger. Ha militato come batterista in una ventina di gruppi (tra cui Not Moving, Link Quartet, Lilith), incidendo una cinquantina di dischi e suonando in tutta Italia, Europa e USA e aprendo per Clash, Iggy and the Stooges, Johnny Thunders, Manu Chao etc. Ha scritto una decina di libri tra cui "Uscito vivo dagli anni 80", "Mod Generations", "Paul Weller, L’uomo cangiante", "Rock n Goal", "Rock n Spor"t, Gil Scott-Heron Il Bob Dylan Nero" e "Ray Charles- Il genio senza tempo". Collabora con i mensili “Classic Rock”, "Vinile" e i quotidiani “Il Manifesto” e “Libertà”. E' tra i giurati del Premio Tenco e del Rockol Awards. Da sedici anni aggiorna quotidianamente il suo blog www.tonyface.blogspot.it dove parla di musica, cinema, culture varie, sport e con cui ha vinto il Premio Mei Musicletter del 2016 come miglior blog italiano. Collabora con Radiocoop dal 2003.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookies per permetterti una migliore navigazione. Navigandolo, dai il tuo consenso. Più informazioni | Ho capito.