ONORATA SOCIETÀ – Senza Confini

Senza confini”, primo brano che anticipa il nuovo album, il terzo, per la band siciliana Onorata Società, che uscirà in autunno e s’intitolerà “L’Anima Animale”.  

 “Abbiamo scelto di far uscire questo videoclipracconta la band – perchè rappresenta un grido, il bisogno di libertà, l’esigenza al cambiamento sostanziale della nostra società. Un forte richiamo ai valori civili ed umani. Non sono solo i confini geografici a cui si fa riferimento, ma anche ai confini mentali, sociali ed alle nostre paure, alimentate anche dal bombardamento mediatico deviato e pregiudizievole”.

 “Il video, girato da Massimo Leggio, racconta di un naufragio simbolico a ricordarci il dolore, la tragedia che ogni giorno si consuma nel nostro mare, rappresentata in forma onirica e teatrale. Una collettività che ad un tratto si presenta davanti ad un gruppo di ragazzi che sta vivendo una spensierata giornata in spiaggia. Ciascuno di loro porta una maschera, metafora di un’identità smarrita. La successiva perdita simbolica di quest’oggetto al fine di svelarsi all’altro, allo straniero, di fatto ci metterà di fronte il volto di un fratello, di una sorella, di un figlio, a ricordarci che siamo tutti parte dello stesso disegno, che siamo tutti uguali nonostante la bellezza dell’essere diversi, di far parte dell’umanità. Finalmente liberi”. Il video, concepito e diretto dall’attore ragusano Massimo Leggio, è stato girato presso la riserva naturale Cava Randello (RG).

 L’album, composto da otto tracce e registrato presso MCN studio di Villagrazia di Carini (Pa), nuove sonorità, l’impegno e l’ironia dei testi e un titolo pensato come auspicio ad una conciliazione tra gli istinti dell’animale uomo e l’identità globale “che ci vuole sempre più denaturalizzati e deumanizzati”, vede adesso coinvolti tra i passeggeri Lello Analfino, che si è occupato della supervisione artistica e Francesco Prestigiacomo che ha curato arrangiamenti e produzione.

Antonio Bacciocchi

Antonio Bacciocchi

Scrittore, musicista, blogger. Ha militato come batterista in una ventina di gruppi (tra cui Not Moving, Link Quartet, Lilith), incidendo una cinquantina di dischi e suonando in tutta Italia, Europa e USA e aprendo per Clash, Iggy and the Stooges, Johnny Thunders, Manu Chao etc. Ha scritto una decina di libri tra cui "Uscito vivo dagli anni 80", "Mod Generations", "Paul Weller, L’uomo cangiante", "Rock n Goal", "Rock n Spor"t, Gil Scott-Heron Il Bob Dylan Nero" e "Ray Charles- Il genio senza tempo". Collabora con i mensili “Classic Rock”, "Vinile" e i quotidiani “Il Manifesto” e “Libertà”. E' tra i giurati del Premio Tenco e del Rockol Awards. Da sedici anni aggiorna quotidianamente il suo blog www.tonyface.blogspot.it dove parla di musica, cinema, culture varie, sport e con cui ha vinto il Premio Mei Musicletter del 2016 come miglior blog italiano. Collabora con Radiocoop dal 2003.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookies per permetterti una migliore navigazione. Navigandolo, dai il tuo consenso. Più informazioni | Ho capito.