PHOMEA – Mi manca un gesto

e “Mi manca un gesto“, il primo singolo e videoclip di Phomea tratto dal suo secondo album, “Annie“.  Il nostro “poeta grunge”, com’è stato definito Phomea dalla stampa, ha curato personalmente tutti gli aspetti di questo videoclip che riesce a trasporre perfettamente in immagini lo stile del cantautore toscano.

 

Annie”, il secondo lavoro di Phomea, ha portato con sé una ventata di brividi ed emozioni sprigionati dalla musica ruvida e graffiante e da testi introspettivi e carichi di dolore. Di questo intenso concept album, che il cantautore toscano ha dedicato a sua madre scomparsa, oggi esce ufficialmente il primo videoclip, girato sulle note del singolo “Mi manca un gesto”.

Una fotografia di scene in movimento sembra mostrare dall’alto il vivace palcoscenico della vita, con biciclette che passano, persone che passeggiano e in cui tutti gli individui, presi dalla frenesia dello scorrere del tempo, vagano senza direzione, lasciandosi travolgere dalle proprie azioni come comparse di un film già scritto.

Tra loro però c’è ancora un individuo, una figura stilizzata e impalpabile, che si ferma ad attendere, a contemplare l’importanza dell’attesa cercando l’autenticità nascosta dentro quegli evanescenti attimi. Quando si interrompe la danza dei gesti quotidiani e ci si ritrova avvolti nel silenzio dell’attesa si ha modo di riflettere sulla propria vita e ci si rende conto di ciò che manca, a volte un’emozione, un gesto sincero…

Il videoclip di Phomea trasporta in un mondo reale e alienato al tempo stesso, mostrando come la quotidianità spesso scorra inesorabile facendo dimenticare l’importanza delle cose più vere.

 

Antonio Bacciocchi

Antonio Bacciocchi

Scrittore, musicista, blogger. Ha militato come batterista in una ventina di gruppi (tra cui Not Moving, Link Quartet, Lilith), incidendo una cinquantina di dischi e suonando in tutta Italia, Europa e USA e aprendo per Clash, Iggy and the Stooges, Johnny Thunders, Manu Chao etc. Ha scritto una decina di libri tra cui "Uscito vivo dagli anni 80", "Mod Generations", "Paul Weller, L’uomo cangiante", "Rock n Goal", "Rock n Spor"t, Gil Scott-Heron Il Bob Dylan Nero" e "Ray Charles- Il genio senza tempo". Collabora con i mensili “Classic Rock”, "Vinile" e i quotidiani “Il Manifesto” e “Libertà”. E' tra i giurati del Premio Tenco e del Rockol Awards. Da sedici anni aggiorna quotidianamente il suo blog www.tonyface.blogspot.it dove parla di musica, cinema, culture varie, sport e con cui ha vinto il Premio Mei Musicletter del 2016 come miglior blog italiano. Collabora con Radiocoop dal 2003.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookies per permetterti una migliore navigazione. Navigandolo, dai il tuo consenso. Più informazioni | Ho capito.