ROSSELLA CAPPADONE – Moody’s Mood For Love

i “Moody’s Mood For Love”, celebre brano di Eddie Jefferson, a cura di Rossella Cappadone.

“Moody’s Mood For Love” è una canzone del 1952 di Eddie Jefferson la cui melodia è derivata da un assolo improvvisato del sassofonista jazz James Moody (e un breve assolo del pianista Thore Swanerud ) su una registrazione del 1949 della canzone del 1935 “I’m In The Mood For Love”.

La canzone – che ha contribuito a  rendere popolare lo stile di canto jazz – è strutturata come un duetto con un uomo che proclama il suo amore per una donna, con quest’ultima che risponde a tono.

Prodotta in collaborazione con l’etichetta Collettivo Funk, arriva così su tutti gli store e piattaforme di streaming la versione di Rossella Cappadone, disponibile online a partire dal 20 settembre 2022.

Ascoltala su Spotify: https://open.spotify.com/track/6yIJ3rImjk0r5ChRKgQ8WO?si=a15bc511b54945f9 

CREDITS

Titolo: Moody’s Mood For Love

Autore: Eddie Jefferson

Interpretata da Rossella Cappadone

Produzione a cura di Collettivo Funk

Ufficio stampa a cura di Luca Sammartino per 0371 Music Press

ROSSELLA CAPPADONE

Classe 1989, Rossella nasce in una famiglia di musicisti.

All’età di 12 anni comincia a studiare viola e violino al conservatorio G. Rossini di Pesaro per poi focalizzarsi sul canto jazz al Conservatorio G.B. Martini di Bologna laureandosi con il massimo dei voti e la lode.

Finalista al prestigioso “Premio Internazionale Massimo Urbani” a soli 17 anni vince una borsa di studio per le Umbria Jazz Clinics organizzate dalla Berklee School of Music di Boston.

Vincitrice del Premio “Chicco Bettinardi” di Piacenza nel 2014, nello stesso anno viene premiata dal M° Mogol con una borsa di studio per frequentare il famoso CET in Umbria.

Nel 2009 si aggiudica l’“Hengel Gualdi Jazz Award” di Bologna.

Nel 2019 esce il suo primo album come leader dal titolo ‘Dualidad’ prodotto dalla Quinton Records di Vienna e nel 2022 pubblica il suo secondo album “Jazz It Jazz” sotto la produzione di Collettivo Funk.

Nel 2022 condivide il palco con Nick the Nightfly e Karima al Milano Marittima International Jazz Festival e apre il concerto del Maestro Ivan Lins.

Ha collaborato con artisti internazionali del calibro di Horacio “El Negro” Hernandez, Dario Chiazzolino, Walter Ricci, Marc Abrams, Steve Pearson e molti altri.

Antonio Bacciocchi

Antonio Bacciocchi

Scrittore, musicista, blogger. Ha militato come batterista in una ventina di gruppi (tra cui Not Moving, Link Quartet, Lilith), incidendo una cinquantina di dischi e suonando in tutta Italia, Europa e USA e aprendo per Clash, Iggy and the Stooges, Johnny Thunders, Manu Chao etc. Ha scritto una decina di libri tra cui "Uscito vivo dagli anni 80", "Mod Generations", "Paul Weller, L’uomo cangiante", "Rock n Goal", "Rock n Spor"t, Gil Scott-Heron Il Bob Dylan Nero" e "Ray Charles- Il genio senza tempo". Collabora con i mensili “Classic Rock”, "Vinile" e i quotidiani “Il Manifesto” e “Libertà”. E' tra i giurati del Premio Tenco e del Rockol Awards. Da sedici anni aggiorna quotidianamente il suo blog www.tonyface.blogspot.it dove parla di musica, cinema, culture varie, sport e con cui ha vinto il Premio Mei Musicletter del 2016 come miglior blog italiano. Collabora con Radiocoop dal 2003.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *