TITTI SMERIGLIO – Per i tuoi baci

Quanto valgono i baci, l’attenzione, l’entusiasmo di coloro che amiamo? A cosa siamo disposti a rinunciare per un rapporto appagante basato sulla reciproca condivisione e felicità?

Raccontandoci divertita di viaggi, maharajà, aperitivi ed eventi mondani, Titti Smeriglio con “Per i tuoi baci” ci suggerisce che “forse a volte vale la pena di fermarsi e valutare se ci sia un equilibrio fra il dare e l’avere nelle nostre relazioni affettive”. Il brano, parole e musica scritte da Titti, è arrangiato con il solo utilizzo di strumenti a corda, tamburi ed ottoni che regalano un’atmosfera allegra e solare. 

Il videoclip precede l’uscita dell’album “Non so dirti no”, prevista in autunno.

Caratterizzano la clip, fra le tante immagini, la delicata coreografia di due ballerini e i costumi che ricordano la mitica “Lonely Hearts Club Band” di un certo Sergente: tutto disegna un mondo apparentemente stridente con l’ironica canzone magistralmente interpretata da Titti, ma in realtà evidenzia quel senso di incomunicabiltà e di non ascolto, quasi non-appartenenza, che si manifesta nel cuore quando si incontra quella parte del mondo che per ipocrisia o anche solo per pigrizia non vuole guardare, nè tanto meno accorgersi di ciò che gli sta realmente intorno.

Il videoclip è realizzato con la regia della giovane videomaker Camilla Crescenzi, e girato a Roma negli spazi di OZ (Officine Zero). Protagoniste sono anche le maschere realizzate da Francesca Lombardi, artista che crea oggetti magicamente in sintonia con le situazioni raccontate e che ha già avuto precedenti collaborazioni per la realizzazione dei video di Nada e dei Mòn.

Testo e Musica di Titti Smeriglio

Titti Smeriglio: Voce

Antonio Ragosta: Chitarra, Ukulele

Fabio Fochesato: Basso

Mattia Di Cretico: Batteria

Mauro Verrone: Sassofoni

Diana Tejera: Cori

Registrato in presa diretta da Gianluca Vaccaro c/o Terminal2 Studio

Mixato e Masterizzato da Gianluca Vaccaro c/o Terminal2 Studio

Regia e montaggio: Camilla Crescenzi

Fotografia: Ginevra Brizioli

Riprese: Andrea Roscia

Costumi: Noemi Intino

Makeup Artist: Claudia De Simone, Ilaria Mantini

Colorist: Simone Liberati

Assistente produzione: Damiano Puccina

Runner: Tommaso Fochesato

Maschere: Francesca Lombardi

Coreografia: Alice D’Addario, Alex Orlando

Location: Officine Zero – Roma

Antonio Bacciocchi

Antonio Bacciocchi

Scrittore, musicista, blogger. Ha militato come batterista in una ventina di gruppi (tra cui Not Moving, Link Quartet, Lilith), incidendo una cinquantina di dischi e suonando in tutta Italia, Europa e USA e aprendo per Clash, Iggy and the Stooges, Johnny Thunders, Manu Chao etc. Ha scritto una decina di libri tra cui "Uscito vivo dagli anni 80", "Mod Generations", "Paul Weller, L’uomo cangiante", "Rock n Goal", "Rock n Spor"t, Gil Scott-Heron Il Bob Dylan Nero" e "Ray Charles- Il genio senza tempo". Collabora con i mensili “Classic Rock”, "Vinile" e i quotidiani “Il Manifesto” e “Libertà”. E' tra i giurati del Premio Tenco e del Rockol Awards. Da sedici anni aggiorna quotidianamente il suo blog www.tonyface.blogspot.it dove parla di musica, cinema, culture varie, sport e con cui ha vinto il Premio Mei Musicletter del 2016 come miglior blog italiano. Collabora con Radiocoop dal 2003.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookies per permetterti una migliore navigazione. Navigandolo, dai il tuo consenso. Più informazioni | Ho capito.