IL GENERALE – L’inno dei senza lavoro

Con questo nuovo CD, il “nonno del reggae italiano”, riesce ad accostare, come non mai, la canzone d’autore al ritmo in levare ed alle sonorità giamaicane. Le musiche sono state firmate da CIRO “PRINCE VIBE” PISANELLI, uno dei più quotati fra i produttori della penisola, ma non mancano episodi firmati da MARK-ONE, CILLO BOMBA, MATIA AMBASSA GOBBO e MILITANT WARRIORS PROMOTIONS.

Il primo video estratto dall’ultimo album del Generale Canzoni di tempi di crisi” non poteva essere che “L’inno dei senza lavoro”.
Un inno di nome e di fatto per tutti i disoccupati, gli inoccupati, i precari, per chi cerca lavoro e non lo trova, per chi è alla fine di un contratto a tempo determinato e già sa che non lo riassumeranno insomma per i tanti, tantissimi, che condividono la condizione di precarietà. Un inno diretto a tutti coloro che non si rassegnano e che continuano ad affermare ad alta voce “Noi ci siamo! Noi viviamo !”.

Diretto da Jos Vitolo, il video mette insieme momenti comici, riquadri fumettistici e scene di manifestazioni contro il jobs act. Il pezzo è un tormentone, un reggaeton che si inserisce in quel repertorio dell’artista fiorentino, noto principalmente per le sue canzoni raggamuffin in italiano, che annovera già brani come annovera già brani come “Café Revolucion” e “Un cafesito mami”.Il brano, come gran parte dell’ultimo CD, è prodotto da Ciro “Prince Vibe” Pisanelli e vede la presenza al sax di Alessandro “Bosketto” Bosco.

Antonio Bacciocchi

Antonio Bacciocchi

Scrittore, musicista, blogger. Ha militato come batterista in una ventina di gruppi (tra cui Not Moving, Link Quartet, Lilith), incidendo una cinquantina di dischi e suonando in tutta Italia, Europa e USA e aprendo per Clash, Iggy and the Stooges, Johnny Thunders, Manu Chao etc. Ha scritto una decina di libri tra cui "Uscito vivo dagli anni 80", "Mod Generations", "Paul Weller, L’uomo cangiante", "Rock n Goal", "Rock n Spor"t, Gil Scott-Heron Il Bob Dylan Nero" e "Ray Charles- Il genio senza tempo". Collabora con i mensili “Classic Rock”, "Vinile" e i quotidiani “Il Manifesto” e “Libertà”. E' tra i giurati del Premio Tenco e del Rockol Awards. Da sedici anni aggiorna quotidianamente il suo blog www.tonyface.blogspot.it dove parla di musica, cinema, culture varie, sport e con cui ha vinto il Premio Mei Musicletter del 2016 come miglior blog italiano. Collabora con Radiocoop dal 2003.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookies per permetterti una migliore navigazione. Navigandolo, dai il tuo consenso. Più informazioni | Ho capito.