Marco Denti – Neil Young. Walk like a giant

Marco Denti, maestro del giornalismo musicale nostrano, nuota agevolmente in una materia a lui cara come la storia discografica di NEIL YOUNG.
In questo libro analizza testi e contenuti artistici di una cinquantina di album, con scrupolo, tanta poesia e capacità di sapere cogliere particolari apparentemente secondari ma decisivi alla comprensione dell’opera del Nostro.

Indispensabile per i fan ma utilissimo per chi, come il sottoscritto, non è mai stato un cultore del cantautore canadese, e che, sarà banale ma inevitabile, non resiste, leggendo queste pagine, alla voglia di andarsi a riascoltare questo o quel disco.
Cercando di cogliere ciò che dice l’ultima frase a conclusione del libro: “Neil Young non lo ascolti, lo senti“. (Rick L. Snyder)

L’uomo è irrequieto, precorre i tempi e non ha paura a guardare nel buio” (riferito ad Harvest) è una perfetta definizione per incorniciare Neil Young.

Senza dimenticare una perla come:
“Di solito la prima take è la migliore, se sei pronto.
Se non sei pronto, allora non dovresti essere lì”.

Antonio Bacciocchi

Antonio Bacciocchi

Scrittore, musicista, blogger. Ha militato come batterista in una ventina di gruppi (tra cui Not Moving, Link Quartet, Lilith), incidendo una cinquantina di dischi e suonando in tutta Italia, Europa e USA e aprendo per Clash, Iggy and the Stooges, Johnny Thunders, Manu Chao etc. Ha scritto una decina di libri tra cui "Uscito vivo dagli anni 80", "Mod Generations", "Paul Weller, L’uomo cangiante", "Rock n Goal", "Rock n Spor"t, Gil Scott-Heron Il Bob Dylan Nero" e "Ray Charles- Il genio senza tempo". Collabora con i mensili “Classic Rock”, "Vinile" e i quotidiani “Il Manifesto” e “Libertà”. E' tra i giurati del Premio Tenco e del Rockol Awards. Da sedici anni aggiorna quotidianamente il suo blog www.tonyface.blogspot.it dove parla di musica, cinema, culture varie, sport e con cui ha vinto il Premio Mei Musicletter del 2016 come miglior blog italiano. Collabora con Radiocoop dal 2003.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *